F.A.Q. dall'inglese Frequently Asked Questions, ovvero le domande ricorrenti degli utenti sul Lievito Naturale o Lievito Madre o Pasta Madre e relative risposte:





Domanda

 Come faccio se mi serve una quantità di lievito superiore a quella che ho ?

Risposta

 Se serve una quantià di lievito superiore a quella solita, nessun problema, basta fare uno o due rinfreschi in più. Se infatti rinfrescate il vostro lievito senza rimetterlo in frigo, dopo 4/5 ore avrete la possibilità di fare un nuovo rinfresco moltiplicando il peso totale per cui immaginate di averne 250 g. e di rinfrescarlo tutto, dopo il primo rinfresco ne avrete 625 g. e se non basta lo rinfrescate ancora arrivando a superare 1,5 Kg, (625 + 625 + 312) vado avanti? Se non vi fermate a fine giornata avrete la casa piena di lievito madre.




Domanda

 Finito di creare il lievito posso adoperarlo subito ?

Risposta

 Non proprio, i risultati migliori si ottengono dopo alcune settimane dalla fine della sua creazione, questo perchè continuando a fare rinfreschi ad intervalli più o meno regolari, si porta il nostro lievito ad una più giusta maturazione, un giusto equilibrio di batteri, lieviti, acido lattico ed acido acetico.




Domanda

 Dopo quanto tempo il mio impasto è pronto per essere infornato?

Risposta

 Non c'è un tempo preciso visto che dipende dalla quantità di lievito madre usata e dalla temperatura ambiente in cui si trova l'impasto a lievitare. Soltanto nei casi in cui si disponga di una cella di lievitazione o comunque di un luogo con una temperatura costante e garantita si potrà stabilire un tempo con maggior precisione, ad esempio con 28 °C si va dalle 3 alle 4 ore a seconda della percentuale di Lievito Madre usata e dalla sua forza. Per non sbagliare si deve soltanto aspettare che il composto raddoppi il suo volume iniziale, questo sempre e comunque, a prescindere da tutto il resto.




Domanda

 Posso adoperare il mio Lievito Madre una volta tolto dal frigorifero?

Risposta

 No! così facendo il lievito non avrà molta forza per far lievitare il tuo composto, prima di ogni impiego va rinfrescato almeno una volta, lasciato a temperatura ambiente o controllata, ed usato non prima che abbia almeno raddoppiato il suo volume iniziale. Senza questo semplice accorgimento il risultato non saràmai quello ottimale ed a seconda del prodotto potrebbe invece risultare scarso e deludente.




Domanda

 Quanta Pasta Madre mi serve per sostituirla al lievito compresso?

Risposta

 Empiricamente si calcola un rapporto di 1:10 e cioè per ogni grammo di lievito compresso si adoperano 10g di Lievito Madre rinfrescato, ma conviene fare un calcolo diverso, basato sul peso totale della farina (o mix di farine usate). Un 20% è una dose giusta per molte ricette, per cui su 500 g. di farina, 100 g. di Lievito Naturale potrebbero andare benissimo a prescindere da qualsiasi altra cosa.

Vedi anche programma di conversione su questo link: conversione da ldb a LM




Domanda

 Posso cambiare il tipo di farina per i miei rinfreschi?

Risposta

 Si! puoi usare la farina che preferisci anche se non viene mai consigliato di cambiare spesso la farina per non destabilizzare troppo la popolazione del tuo lievito. Puoi farlo magari in modo graduale, in più passaggi, aggiungendo ad ogni rinfresco una percentuale della nuova farina che andrai ad aumentare ogni volta, fino alla completa sostituzione. Ricordati che farine più raffinate, di forza, ti consentono di avere rinfreschi ad intervalli leggermente più lunghi rispetto a quelli fatti ad esempio con farine integrali.




Domanda

 Devo pagare per la guida sul lievito madre e le ricette?

Risposta

 No! Non devi pagare nulla, il sito on line è completamente gratuito. Per quanto riguarda invece la guida scaricabile in formato pdf, viene richiesto un piccolo contributo, non c'è niente di più che non sia presente anche nelle pagine a video gratuite. Chi "paga" altro non è che una persona che vuole contribuire per il tempo e l'impegno che ho dedicato e dedico a soddisfare richieste ben precise come questa di averla in formato pdf, e quindi facilmente stampabile, senza pubblicità nè menù laterali. Tranquilli dunque, nessuno è obbligato a contribuire. L'intero sito è e resterà gratuito per tutti.




Domanda

 Mi devo assentare per le vacanze come posso conservare il mio lievito?

Risposta

 Dipende da quanto tempo resterai fuori in vacanza e di conseguenza senza poterlo rinfrescare, ovviamente tenuto in frigorifero. Da esperienze raccolte da varie persone sul gruppo, dopo averlo sperimentato, fino a 15/20 giorni ti basta fare un rinfresco prima di partire usando 4 volte il peso della farina e 2 volte quello dell'acqua, in pratica un rinfresco al quadruplo: 1:4:2 che per fare un esempio pratico potrebbe essere 50g di LM con 200g di farina e 100g di acqua. Al tuo rientro prelevi 50 g dal cuore, scartando tutto il resto, e facendo un paio di rinfreschi a temperatura ambiente, uno ogni volta che raddoppia di volume.
Per periodi più brevi si possono ridurre queste proporzioni: 1:3:1,5 mentre per periodi più lunghi conviene invece polverizzarlo e metterlo nel congelatore come meglio spiegato su questo link.








Questa pagina è stata visitata: 4.599 volte




Spiga di Frumento




Se avete domande, dubbi o altro potete iscrivervi al Gruppo facebook
su